Provinciale Macerata
Iscriviti al feed RSS

Post da tutta la provincia

Post casuali

Tag

Contest Progetto B.E.S.T. Choice - è il momento di votare!

AVIS: Provinciale Macerata Autore: Serena Maraviglia

4 mod 724x1024

B.E.S.T. Choice - Benessere, Educazione e Salute nel Territorio - è un progetto nazionale rivolto a studenti delle scuole superiori che ha lo scopo di formare e informare i giovani sulle buone pratiche da adottare per seguire corretti stili di vita. 


Il progetto - che è stato finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e coinvolge diverse associazioni provenienti da più regioni d’Italia con Avis Veneto capofila di progetto, Avis Nazionale coordinatore delle azioni di progetto e altre 11 Avis Regionali - nasce per formare e informare sulle situazioni rischiose per la salute come il consumo di alcol, di tabacco, di sostanze stupefacenti o la mancata prevenzione di stili di vita sani come un’alimentazione scorretta o una carente attività fisica.


Da quanto emerge da diversi rapporti di ricerca (OCSE, OMS, Istituto Superiore di Sanità, ISTAT), mentre la fascia più anziana della popolazione guadagna, in termini di percentuale, mesi o anni di vita, la fascia relativa ai giovani vede un incremento di malattie dovute a stili di vita errati.


Alcuni dati:
Il 19,7% sono i fumatori al di sotto dei 15 anni in Italia.
• I giovanissimi (11 anni o poco più) hanno consumato almeno una bevanda alcolica nel corso dell’anno.
• Il 45,9% tra i giovani under 18 è in eccesso di peso (35,5% in sovrappeso, 10,4% obeso) contro il 51% in condizione di normopeso e il 3,1% sottopeso.
• Vi è una poca predilezione nel consumo di frutta e verdura (solo il 29% contro la media OCSE del 32,4%)
.


Best Choice vuole incentivare gli studenti a seguire stili di vita più sani, aiutandoli ad acquisire una maggiore consapevolezza del ruolo che occupano nella società e ad aprirsi a possibili azioni di solidarietà.


Al centro del progetto c’è un contest nazionale che coinvolge gli studenti di 70 istituti superiori presenti nelle regioni di riferimento delle Avis partner. I temi su cui si sviluppano i lavori del contest sono stati individuati dai ragazzi nelle loro scuole attraverso la compilazione di questionari anonimi. In questo modo gli studenti sono stati coinvolti direttamente e messi al centro dello sviluppo di percorsi di promozione scelti in base alle loro aspettative.


I ragazzi hanno quindi ideato una campagna promozionale, nei modi da loro preferiti (scrittura, immagini, testo, opera artistica), che promuova e sensibilizzi sugli stili di vita corretti.


Terminati gli elaborati, sono ora aperte le votazioni: come fare?


Si può votare sul profilo Instagram di Best Choice (https://www.instagram.com/bestchoice.ilcontest/) lasciando un like e/o un commento all'elaborato preferito; le votazioni si chiuderanno il 21/09/2021.


Tra le Regioni partecipanti ci siamo anche noi! Ecco le scuole che rappresentano la Regione Marche:


  • IIS Donati - Fossombrone (PU)
  • Liceo Artistico Mannucci - Jesi (AN)
  • IIS Bramante - Macerata (MC)
  • Liceo Classico Linguistico Leopardi - Cingoli (MC)
  • IIS Fazzini-Mercatici - Fermo (FM)
  • IIS Orsini-Licini - Ascoli Piceno (AP)
  • Liceo Artistico Preziotti-Licini - Grottammare (AP)

Tag: AVIS, B.E.S.T. Choice, giovani, stili di vita, contest

Come comportarsi una volta ricevuto il vaccino anti-Covid?

AVIS: Provinciale Macerata Autore: Serena Maraviglia

Vaccination 2722937 1920

Poiché il Ministero della Salute ha esteso la possibilità di utilizzo del vaccino Covid-19 Astrazeneca nella fascia di età compresa tra i 18 e i 65 anni, anche i donatori di sangue ed emocomponenti, se appartenenti alle categorie che hanno diritto alla vaccinazione, potranno riceverne la somministrazione.


Il vaccino Astrazeneca, come gli altri attualmente disponibili (Pfizer-BioNTech e Moderna), rientra tra i cosiddetti “non live”, cioè a base di virus inattivati e che quindi, non riproducendosi, evitano ulteriori infezioni. Per questo motivo i donatori che ricevono il vaccino Astrazeneca possono essere accettati per la donazione di sangue ed emocomponenti dopo 48 ore da ciascun episodio vaccinale

Quale misura precauzionale, i soggetti che abbiano sviluppato sintomi dopo la somministrazione del vaccino possono essere accettati per la donazione di sangue ed emocomponenti dopo 7 giorni dalla completa risoluzione dei sintomi.


Ne caso in cui ad un donatore venisse somministrato un vaccino anti-Covid di cui manchino o non si riescano a reperire sufficienti informazioni, bisognerebbe attendere 4 settimane prima di poter essere accettati per la donazione. 

Tag: AVIS vaccino donatori coronavirus

Servizio Civile Universale: per candidarsi c'è tempo fino al 15 febbraio

AVIS: Provinciale Macerata Autore: Serena Maraviglia

Serviziocivile2020 ig post 1

Torna il bando nazionale di Servizio Civile, che consente di svolgere nella nostra Associazione un’esperienza unica e insostituibile di solidarietà e cittadinanza attiva.

È stato prorogato al prossimo 15 febbraio il termine ultimo per candidarsi alle selezioni per il Servizio Civile Universale. Nel complesso sono 497 i posti a disposizione per altrettanti giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni.


Per la prima volta, inoltre, nei progetti di AVIS sono presenti anche delle sedi ADMO, Associazione Donatori Midollo Osseo.


Tante le attività proposte, che saranno svolte nel pieno rispetto delle attuali norme anti-Covid e a tutela della salute dei partecipanti.

Partecipare è semplicissimo: prima di tutto, la domanda andrà presentata esclusivamente online attraverso la piattaforma DOL, collegandosi al link riportato. L’accesso alla piattaforma per i cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e per i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia, può avvenire esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Solo i cittadini appartenenti ad altri Paesi dell’Unione Europea e a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, o i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, potranno accedere alla piattaforma attraverso apposite credenziali da richiedere al Dipartimento.


È importante ricordare che non si possono inoltrare richieste di adesione a più progetti, quindi occorre scegliere quello che più rispecchia i propri interessi. Per candidarsi per la sede Avis Provinciale di Macerata occorre inserire il codice progetto PTCSU0007220014326NXXX ed il codice sede 147234. I volontari richiesti sono 4.


Controllate bene il calendario, perché oltre le ore 14.00 del 15 febbraio la piattaforma non consentirà più l’accesso.


Oltre a verificare i requisiti necessari e le condizioni di ammissione che sono riportate sul testo del Bando e sul sito del Dipartimento, dovrete preoccuparvi di restare informati su modalità, tempi e luoghi di selezione previsti subito dopo la chiusura del bando, che saranno comunicati tempestivamente attraverso il sito avis.it e i nostri canali social.


Le selezioni avverranno secondo i criteri accreditati dal Dipartimento disponibili di seguito e riportarti all’interno di ogni scheda progetto.

Tag: AVIS, giovani, servizio civile

Al via la sperimentazione con plasma iperimmune

AVIS: Provinciale Macerata Autore: Serena Maraviglia

Vaccine 5074670 1920

Come anticipato nelle scorse settimane, è ufficialmente partita la sperimentazione della terapia a base di plasma anche nella regione Marche, con l'approvazione del protocollo di attuazione da parte del Comitato etico.


Lo studio al quale le Marche hanno aderito ha come capofila la Regione Toscana e coinvolge anche la Campania, il Lazio, l’Umbria e la Sanità militare.


I poli di reclutamento marchigiano saranno il Servizio di Medicina trasfusionale di Ancona, di Pesaro e di Fermo: per agevolare i candidati donatori sarà possibile recarsi anche in uno dei dodici servizi trasfusionali regionali per un pre-arruolamento, per essere poi successivamente inviati ad uno dei tre poli.


Il comunicato della regione Marche ci spiega che nel percorso previsto dal protocollo, i poli di Medicina trasfusionale gestiranno donatore, donazione e assegnazione, operando con due tipi di candidati


  • i donatori abituali, tra i 18 ed i 65 anni di età, che seguiranno un percorso molto più snello,  
  • gli ex pazienti non donatori, tra i 18 ed i 60 anni di età, che dovranno essere sottoposti a un percorso di arruolamento più dettagliato e regolato dal protocollo. 


I requisiti per aderire alla sperimentazione sono i seguenti:

- Diagnosi confermata di COVID-19;

- Buone condizioni generali di salute psico-fisica;

Presenza di due tamponi nasofaringei negativi (se il donatore è un convalescente guarito con un precedente tampone positivo) ad almeno 14 giorni dal secondo tampone nasofaringeo negativo;

Soggetto senza precedente diagnosi virologica ma con test sierologico positivo per IgG e presenza di un tampone nasofaringeo negativo ad almeno 14 giorni da eventuali precedenti sintomi;

Coloro che hanno un alto “titolo anticorpale”, ovvero un livello elevato di anticorpi speciali utili a debellare il COVID-19;

Donne "NULLIGRAVIDE", cioè che non sono mai state in gravidanza, che non significa solo avere avuto figli ma non essere mai state incinte.


Chi volesse sottoporsi alla sperimentazione, può rivolgersi ad uno dei Centri Trasfusionali della Regione per candidarsi: quello di Macerata è contattabile ai numeri 0733.2572324 o 0733.2572331.


Tag: AVIS donazione plasma sperimentazione coronavirus